16 commenti su “pensierino della sera

  1. “Quando sei riuscito a trascorrere un pomeriggio inutile, ma davvero inutile, completamente inutile allora hai imparato a vivere” (frase di un antico maestro cinese). Questo pensiero sempra un “dissacrare” quella che e’ la perla di tutte le saggezze, “essere utili agli altri”. Ma ad analizzarlo bene, questo pensiero e’ forte: e’ una provocazione contro la continua tendenza a voler strafare -con la pretesa che anche gli altri si ammazzino di fatica.- con la paura di non essere stati abbastanza “in gamba” da piacere agli altri. Come diceva mio padre di un compare che, pur stando bene a soldi e a possedimenti, lavorava in vigna anche di notte: “quelli sono gente che non sano vivere” (nel suo italiano, “quelli sono gente che non sano….”) 🙂 Ciao Mirna.

    Marghian

    • Vedi Marghian, come sai io sono una dipendente statale e tutti i santi giorni dal lunedì al sabato mi reco al lavoro, poi, come tutti i lavoratori , ho diritto al mio mese di ferie, a cui si sommano le ore da recuperare ( quest’anno ho già rimediato 5 giorni) e altre ne ho per il futuro…bene mia sorella sono 7 anni che ha perso il lavoro ed ora va a fare delle pulizie due volte a settimana da una signora e quando sto in ferie mia madre si preoccupa sempre ” ma sei ancora in ferie? ma non devio andare a lavorare?” mai sentita dire ” ah se tua sorella trovasse lavoro! ” noooooo sono io che non devo stare in ferie…… …anche oggi mi ha stressata con questi discorsi, ma io non avrei il sacrosanto diritto di riposare?! ecco sì oggi mi sono forse più adirata che divertita, ma è stata ugualmente una bella giornata 😉

      • “anche oggi mi ha stressata con questi discorsi, ma io non avrei il sacrosanto diritto di riposare?” Ne so qualcosa Mirna. I miei per questo erano anche loro un po’ “stressanti”. Il papa’ specialmente, capisco che ha vissuto- come diceva lui- “l’era fascista”, periodi di carestia eccetera, ma aveva la filosofia che quasi sempre, per partito preso, il principale- o l’ufficio, se allora fossi stato impiegato, non lo ero ancora..- avesse sempre ragione. Io che gli dicevo “MI hanno chiesto di fare delle ore in piu’, ho detto di no…”. Allora mi diceva “dona attenzioni, su meri olli postu menti”- “fai attenzione, il padrone va obbedito…”. Oppure “guarda che inventano una scusa e ti caccia via..”. Oppure la mattina se ero a casa: “no ses’a trabballai”- ma non sei al lavoro!-. Gli dicevo “oggi no, non sto bene. E papa’ diceva “ma chena avvisài”- ma senza avvertirlo..”. Ed io, paziente, “ma se mi sono senstito male questa notte, la febbre, e itta avvertu-e che avverto e avverto (non c’erano i telefonini). Era troppo devoto dei datori di lavoro, se lamentavo qualcosa , “su meri m’adi nau….”(il principale mi ha detto..) non mi lasciava finire la frase, “vuol dire che ha visto che…”. Era molto buono, ma su questo era un po’ stressante. Ma lo lasciavo dire, e attuavo quando possibile, le mie piccole “ribellioni”. Questo che ti ho raccontato riguardano gli anni in cui ero operaio prima edile, poi marmista, e anche lavori agricoli saltuari da disoccupato, prima di andare a vivere a Cagliari da impiegato- ora soo ad Oristano. Ciao Mi 🙂

        Marghian

        • Sarà forse che hanno vissuto gli anni bui del lavoro, ma dopo tanto spendere e spandere ne paghiamo noi le conseguenze, basta pensare ai famosi pensionati coi 14 anni 6 mesi e 1 giorno di contributi….conosco donne che andarono in pensione non ancora quarantenni e da anni gravano sul nostro groppone….ed ora noi rischiamo nemmeno di vederla la pensione……

          • “in pensione non ancora quarantenni e da anni gravano sul nostro groppone….”. Lo so, Mirna, sono quelle che un mio fratello, per anni sindacalista, chiama “le regalie”, e cosi’ facendo -piu’ altre cose, si stavano mangiando il futuro (oggi ahime’ presente). Ciao 🙂

  2. Aggiungerei anche (molto personale)…se hai saputo usare la Santa Pazienza, che non è mai abbastanza…
    Ciao Mirna, Buona serata. Come sta tuo figlio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...