40 commenti su “giorno della memoria

  1. E’ per questo che insisto a dire che a scuola (medie e superiori) dovrebbero essere obbligatorie le letture di Anna Frank e di Levi, e anche guardare qualche film, tipo Schindler’s List.

  2. oggi continuo a scriverlo …
    il ricordo è pura ipocrisia se non è accompagnato dalla volontà di non ripetere gli errori che si stanno ricordando …
    ma tu lo vedi un rappresentante del governo che va a deporre una corona di alloro su una lapide a ricordo ed il giorno dopo firma un accordo con un paese estero per la vendita di armi ???
    a questo siamo ridotti ormai …
    i giovani sono di una superficialità ed una ignoranza su argomenti che non siano tecnologici o propri della loro età che è quasi spaventosa …
    nei lager non morirono solo ebrei e di giorni da ricordare ce ne sarebbero tanti … alcuni per genocidi che sono ancora in corso …
    i poveri ebrei morti non centrano nulla e sono solo vittime ma la loro etnia ha pensato bene di fare ad altri quello che lamentano di aver subito … ti sembra un atteggiamento normale ?

    ciao 🙂

    • Io so giovane ma essendo figlio e nipote di Partigiani sono il contrario di come etichetti i giovani (ne conosco tanti con Coscienza vera tipo me e lottiamo sempre, anche più di te che ti limiti al blog). Non si deve generalizzare secondo me.
      Le persone giuste e con le palle, come potrei essere io, si trovano ancora.

      Ciao caro Claudio! 🙂

      • Non ti passa il vizio di giudicare le persone senza conoscerle … vabbé …
        non mi pare di aver fatto il tuo nome ed è evidente che quando si fa un discorso non può essere adattabile al 100% dei destinatari del commento stesso;
        è evidente che le eccezioni ci siano … sempre !!!
        se non lo si è capito me ne dispiace perché è ovvio che non si ‘deve’ generalizzare;
        ma se il giudizio è riferito ad una larga ‘maggioranza’ dei giovani di oggi il mio giudizio non è fuori luogo …
        lo testimoniano le loro parole (quando intervistati), i loro interessi e la loro cultura generale … quello che si vede in giro;
        inoltre vorrei vedere la loro ‘lotta’ dove e come si manifesta perché sinceramente mi sfugge …
        poi che in campo lavorativo e pensionistico siano messi malissimo è una verità non da poco … ma politicamente molti sono l’emblema dell’ignavia …
        e, sia ben chiaro, che la situazione non migliora poi tantissimo con l’innalzarsi dell’età … l’ignavia italica viaggia a gonfie vele … a tutte le età.

        Ciao Ade 🙂

        • Chi è Partigiano come me, è diverso…tutto qua. Io so chi ci va nelle piazze a fare qualcosa…mi basta. Poi sai, l’ignavia oggi è ovunque…anche peggio dell’Italia…è un fatto di sistema che permette. Ma tu non conosci il capitalismo, ti fidi solo di quello che passa la rete 😀
          C’è ben altro…credimi!

          Io mi metto nei panni di uno che ha studiato tanto come me (anche più di me se magari ha laurea o master o altro) e quindi si merita la bella vita ma non la trova…difficile che si ribelli, non ha l’imput giusto. Non è sempre mancanza di Coscienza…al limite mancanza di idee giuste…a volte la sola Coscienza non basta. 😀

          Le conquiste delle generazioni di mio padre e di mio nonno ancora ci sono (negate ma ci sono). Peccato che vadano ad intervistare proprio i peggio…perchè non intervistano qualche nipote di Partigiani come me, secondo me se la fanno sotto e basta sti giornalisti 😀

          • Beh … non sono certo il tipo che si mette a difendere il giornalismo nostrano …
            purtroppo però devo dire che il capitalismo lo conosco a sufficienza per odiarlo e non è una sola questione di rete (dove tra le erbacce si possono trovare anche fiori stupendi, basta saperli riconoscere);
            per ribellarsi occorre acquisire coscienza della propria situazione ed è proprio quello che ‘chi di dovere’ impedisce da anni …
            lo sai che non c’è peggior schiavo di chi si crede libero … no?
            probabilmente non intervistano ragazzi migliori perché non li trovano nei posti dove vanno …chi lo sa …

          • Io sono libero, lo devo alle mie scelte ed al giusto retaggio familiare. Oppure uno che viene chiamato Gengis Khan (io, soprannome marziale) ti pare schiavo? Dai!
            Il capitalismo non lo apprendi dalla Rete ma leggendo chi l’ha combattuto (Marx, Bakunin, Lenin, Cafiero, Gramsci, ecc…)…dammi retta.
            Te non sai, per esempio, che le banche che tu critichi tanto (ed è giusto certo) sono le stesse banche (la stessa finanza) che armò i fascisti contro i comunisti, gli anarchici e il mondo operaio-contadino. Di che si parla Claudio? Non siamo tutti con la testa bassa come pensi…se avessi la possibilità di farmi Giustizia come si deve, sarei in testa a tutti credimi. Comunque sia non sono un servo e questo mi consola…vivo bene, mi faccio il mazzo e aiuto nei limiti delle mie possibilità. Parlo per me, mi conosco.
            Non è che non li trovano…non li vogliono trovare secondo me. 😀

        • Vado per i 25…ma conosco molti giovanissimi che sono cazzuti e migliori di quanto si possa pensare!

          • Fai conto che faccio ripetizione di storia a tanti…poi ci sono gli amici (anche le amiche ahahahh ma non pensare male) e gli amici degli amici che magari hanno bisogno. Mi son potuto confrontare con molte buone teste. Le Coscienze da forgiare ci sono…spero ne arrivino altre. Ho anche dato delle dritte su come occupare le scuole in caso di bisogno 😉

          • le scuole sono una fetta abbondante del problema, insieme alla TV (ed ovviamente la politica) …
            io son convinto che il successo di chi domina sta proprio nella ‘massa critica’, sul fatto cioè che possono contare sul fatto che chi conosce la realtà della situazione è in netta minoranza rispetto a chi fa parete del gregge …

          • Mi madre è maestra e insegna la libertà. 😀
            Conosco tanti insegnanti giusti, idealisti come si deve che insegnano bene.

            Comunque sia non è il nostro spazio…ciao 😀

      • concordo sulla tristezza …
        ormai la paura è una sensazione obsoleta che ha lasciato il posto alla rassegnazione …
        se non a causa di un meteorite o catastrofi simili la razza umana è destinata alla distruzione o alla … ‘auto’ distruzione …
        a meno che non inizi a ragionare in maniera differente

        ciao Mirna 🙂

  3. Non vorrei sbagliarmi, ma con le nuove riforme scolastiche nemmeno ai licei gli studenti arrivano a studiare il fascismo e i disastri del nazismo. Un motivo in più, quindi, per celebrare obbligatoriamente il giorno della Memoria.

  4. Ciao Mirna. “due terzi dei giovani pensa sia stata una dittatura da condannare in parte perché ha portato anche benefici al Paese”. Questo è grave, come e’ grave che, ancora oggi, i giovani ( ma non solo!) dicano “ci vorrebbe oggi uno come lui!” (“lui” è Mussolini). Ho sentito questa “esclamazione” anche questa sera, proprio poco fa, in piazza.

    E non credo che oggi molti giovani sappiano che “lui” promulgo’ le leggi razziali (“e che cosa sono ste leggi razziali, Caramelle?” ). Ciao 🙂

    Marghian

  5. Bisogna sempre ricordare perchè, come è stato ormai provato, la storia si ripete a cicli…..ed una cosa del genere non si dovrà ripetere mai più, anche se, attualmente, hanno trovato altre forme di sterminio, meno eclatanti ma con gli stessi effetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...