15 commenti su “

  1. Paolo Borsellino diceva che per combattere la mafia occorre in primis uno Stato forte e credibile. Non c’era 24 anni fa e men che meno oggi. In Sicilia e in tutte le regioni d’Italia. Legalità e sviluppo sono correlate e congiunte. Quando lo Stato si ritira o va a patti e congiunture viene fuori il disastroso potere locale. Borsellino e Falcone, 24 anni dopo, sarebbero molto perplessi dello scenario italiano attuale.
    Quello che è accaduto recentemente a Milano, con le tangenti dell’Expo e la mafia, è eclatante: non per le tangenti, deprecabili, ma per il fatto che la notizia è venuta fuori solo dopo l’elezione del sindaco di Milano, che altrimenti avrebbe avuto grosse difficoltà a vincere le elezioni.
    Tutto molto disarmante.

  2. Le cose si sanno, anche se non sono ufficiali, ma alla fine verranno a galla prima o poi…..Borsellino fu ammazzato perché non si allineò con il patto Stato-mafia di quegli anni e disse chiaro che non ne voleva sapere……e così, quando le forze dell’ordine intervennero dopo la strage….il primo pensiero fu quello di far sparire “l’agenda rossa” di Borsellino, che era il suo diario…..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...