pensieri miei

considerazioni di fine giornata

Ti svegli una mattina, come sempre…l’aria è fresca e resteresti ancora volentieri a letto, ma la sveglia non smette di suonare……

Prendi il caffè, ti prepari, e ti avvi al lavoro……

Per essere appena le 7 e mezza del mattino il sole comincia a picchiare, mentre guidi cominci a pensare ad un’altra mattina da trascorrere al caldo con  le pale del ventilatore che girano davanti al viso per darti un pò di refrigerio…..

Non te lo aspetti,  sei ancora assonata, ma quando prima delle 8 già squilla il telefono dell’ufficio e dall’altra parte della cornetta, una voce maschile concitata di avverte che una collega non verrà al lavoro perchè ieri sera è stata colpita da infarto ed è ricoverata in terapia intensiva….di colpo la giornata prende una piega diversa…..

Il pensiero va alle 13.30 del giorno precedente, io uscivo e lei iniziava il suo servizio, aveva il viso gonfio, era sfatta, ha detto che era dovuta andare dal dentista che era di servizio a Rimini, ma il problema al dente era urgente perciò si era sobbarcata quel piccolo viaggio…ho pensato che il suo aspetto dipendesse dallo stress del dentista, il caldo…..ma evidentemente covava qualcosa di più grave….

Un susseguirsi di notizie, la sorella, poi di nuovo il compagno, poi la figlia …si è sentita male in serata , hanno chiamato l’ambulanza e mentre era sull’ambulanza è arrivato l’infarto, le hanno fatto subito un palloncino e oggi ne avrebbe subito un altro…..

E ancora una volta mi sono resa conto che siamo legati ad un filo, che non bisogna stressarci troppo, perchè oggi ci sei, e domani chissà……