ricorrenze

27 GENNAIO 1945: L’ARMATA ROSSA ABBATTE I CANCELLI DI AUSCHWITZ

Il 27 gennaio, l’Armata Rossa, e precisamente la 60ª Armata del Primo Fronte Ucraino, arriva nella cittadina polacca di Oswieçim (in tedesco Auschwitz). Le avanguardie più veloci, al comando del maresciallo Konev, raggiungono il complesso di Auschwitz-Birkenau-Monowitz. Verso le ore 15:00 i soldati sovietici abbattono i cancelli del campo di sterminio e liberano circa 7.650 prigionieri.

Tra le vittime dei campi di concentramento nazifascisti

5,6 – 6,1 milioni di ebrei

3,5 – 6 milioni di civili Slavi

2,5 – 4 milioni di prigionieri di guerra

1 – 1,5 milioni di dissidenti politici

200.000 – 800.000 tra Rom e Sinti

200.000 – 300.000 portatori di handicap

10.000 – 250.000 omosessuali

2.000 Testimoni di Geova

(fonte web)

Per non dimenticare_Arianna Bianchi

21 pensieri riguardo “

  1. “La shoah, un terribile evento. Umberto Veronesi ha formulato questo pensiero: “Il cancro, dopo Auschwitz, e’ la prova che Dio non esiste”. Una tragedia come Auschwitz, effettivamente, “scoraggia moltissima gente” dal credere che ci sia Dio, e persino che la vita abbia senso. Io sono pero’ di quelli che (al contrario) pensano che solo se un dio esiste puo’ essere resa giustizia di tutto questo (mi riferisco personalmente ad una giustizia non di questa vita, ma di un’altra dove ogni anima venga recuperata). Intanto, noi oggi- giustamente- ricordiamo: la storia e’ maestra della vita, anche se certe sue lezioni sono scritte su pagine terribili” (commento a Silvia). Ciao Mirna.

    Marghian

  2. mai dimenticare questi orrori, ma credo che I ghetti esistono ovunque le persone sono discriminate e segregate per motivi di pelle, credo, razza, religione, condizione economica. Sfortunatamente questi posti esistono in tutto il mondo: in Sudan, in Israele, in Palestina, negli Stati Uniti, in Iraq, in Iran, in India e forse anche in Italia… ciao sorellina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...