35 commenti su “l’azdora

  1. Insomma, da questo racconto deduco che, sia al nord che al sud, la donna è quella che si fa il mazzo tanto in casa mentre l’uomo si riserva tutti gli onori perchè possiede i soldi e il seme per fare i figli. Si, oggi l?azdora è imprenditrice alla pari dell’uomo, ma da questa storia (scusa se la leggo in senso negativo) deriva sempre la stessa morale. Sulle spalle della donna pende tutto, persino la responsabilità di prender possesso della nuova casa, tutti i compiti, persino vendere al mercato, mentre l’uomo è quello che nei secoli viene privato di ogni responsabilità, se non quelle più semplici e comuni. Mi spiace dire così, ma anche dalle mie parti la donna governava la casa e allo stesso tempo doveva lavorare nei campi. Addirittura si racconta che mia nonna partorì sotto un ulivo e, pulito il nascituro e lavatasi dalle ferite, ritornò nuovamente in campagna. Mentre gli uomini erano all’altra parte dei campi a lavorare, cioè solo a lavorare.

  2. Che donne! E a quei tempi scegliersi una buona moglie era importante per il peso e le responsabilità di reggere la famiglia e l’intera casa, le donne romagnole sono conosciute par la loro forza e hanno fatto grande , industriosa e ricca tutta la regione: Ciao Mirna

  3. Le mie nonne, in modo o nell’altro. E in fondo anche mia suocera, se io non mi fossi sottratta. Mia mamma no, lei non ha mai voluto essere autorevole, lei era solo una brusca dispensatrice d’amore!

  4. Molts interessante questo post,pure a me ha fatto venire in mente Guccini
    Ieri ho visto una nebbia pazzesca a Sassuolo con partita rimandata,non si vedeva neppure il campo!
    Buona domenica🎄🎄🎄

  5. Bellissimo articolo, molto ben scritto ed esauriente.
    Sembra la descrizione della mia nonna paterna, che però era mantovana e già molto “emancipata” ai suoi tempi. Donne che erano forti, consapevoli del loro potere, ma che sapevano stare al “loro posto”, non si sostituivano ai loro uomini, ma sapevano “guidarli” quando necessario.
    Buona domenica.

  6. Certo non si può dire che non lavorava!!! Oggi sarà meno, ma sinceramente ho sempre pensato che le donne sono le colonne portanti della famiglia, della casa.
    Bello questo articolo.
    Mio padre diceva sempre che le donne romagnole sono mitiche, forti, corpose, allegre…a lui piacevano. Chissà perchè? Non gliel’ho mai chiesto.

  7. Bellissimo post Mi, verissimo, noi in romagna siamo per così dire “rustiche” diamo importanza solo a ciò che conta veramente, senza la puzza sotto al naso!😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...